L’esame refrattivo binoculare e la prescrizione prismatica.
Come e perché introdurre la disparità di fissazione nella misura della refrazione.
Vinci, Ottobre-Novembre 2017

IRSOO, Vinci (FI), dal 15 ottobre 2017 al 16 ottobre 2017

Data di inizio evento

domenica 15 ottobre 2017

Durata

2 incontri di 2 giornate ciascuno

Luogo evento

IRSOO, Vinci (FI)


Accesso con diploma di Ottico

Calendario incontri

15/16 Ottobre; 19/20 Novembre 2017

Perché questo corso

Come affermato spesso nelle nostre comunicazioni, la valutazione funzionale della visione binoculare nell’esame refrattivo è uno dei capisaldi della professione optometrica. Ogni optometrista, o ottico che intenda praticare l’optometria, deve essere abile in questa disciplina, saperla esercitare con competenze adeguate, conoscerne i fondamenti teorici e quelli pratici, aver appreso i test e le procedure d’esame. E tra questi un posto importante lo occupa proprio la misura della disparità di fissazione.
Nel corso vengono trattati una serie di temi, legati alla visione binoculare, che fanno parte stabile del programma di aggiornamento e di formazione continua dell’IRSOO. Questi temi, già proposti in alcuni percorsi formativi del recente passato, hanno sempre avuto un alto gradimento tra i partecipanti e sono finalizzati a diffondere, tra gli operatori del settore, le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie ad inserire nella pratica optometrica le procedure per l'esame della visione binoculare nei suoi vari aspetti legati alla misura della refrazione, al comfort visivo e al trattamento ottico di problemi visivi frequenti, collegati o dipendenti da un occhiale la cui prescrizione non ha tenuto conto, appunto, di parametri fondamentali della binocularità.

Contenuti del corso

Dopo una prima parte dedicata ad una rivisitazione di alcuni argomenti di base della visione binoculare, si passerà a trattare della disparità di fissazione, della foria associata, delle metodiche di misura e poi, in particolare, dell’importanza che tali rilevamenti rivestono nell’attività clinica optometrica. Ricordiamo come, contrariamente alla pratica clinica italiana, in Inghilterra e in Germania (pur con approcci diversi) la misura della disparità di fissazione e/o della foria associata fa parte dei test clinici optometrici di routine. Sia l’approccio anglosassone che quello tedesco verranno presentati nel corso, per poi compararne i risultati che si hanno in termini di prescrizione ottica.

Ampio spazio dedicato alla pratica

I partecipanti, divisi in piccoli gruppi, potranno tutti vedere e mettere in pratica la tecnica di Humphriss, utilizzare il disparometro, prendere misure di disparità con la Wesson card, con il test di Mallet, con il test di Kratz/Weiss. Potranno osservare la dimostrazione della tecnica di Haase, nota anche come metodo MCH, indirizzata ad ottenere una compensazione ottica con la quale il soggetto raggiunga non soltanto la migliore AV, ma anche il rispetto della funzionalità binoculare e il maggior comfort possibile. Potranno anche, sempre nelle varie sessioni pratiche, verificare gli effetti delle diverse prescrizioni sulle performance visive, misurando la velocità di lettura con il test di Radner, la sensibilità al contrasto con il test di Pelli Robson, la visione a basso contrasto per vicino, la percezione periferica.

Responsabili del corso

Salvatore Pintus, Alessandro Fossetti.

Docenti

Salvatore Pintus, Alessandro Fossetti, Giuseppe Migliori, Luciano Parenti e Paolo Sostegni.

Articolazione del corso

Il corso è articolato in 2 incontri, per una durata di 30 ore. Le lezioni si terranno presso l'Istituto di Ricerca e di Studi in Ottica e Optometria.
Ciascun incontro prevede lezioni nelle giornate di domenica (inizio 10.30) e lunedì (termine 14.20).
Per garantirne l’efficacia, il corso è a numero chiuso; per le parti pratiche gli studenti saranno suddivisi in gruppi di 6-7 unità, seguite ognuna da un insegnante. Per l'ordine di iscrizione verrà considerata la data di invio dell'iscrizione stessa (a mezzo e-mail a irsoo@irsoo.it oppure via fax al n° 0571/56520).

Modalità di iscrizione

Le domande di iscrizione dovranno pervenire alla segreteria dell'IRSOO entro il 30/09/2017 (salvo disponibilità di posti), corredate della seguente documentazione:

- Fotocopia di un documento di identità valido

- Fotocopia dell'attestato di abilitazione di Ottico

- Ricevuta del versamento dell’acconto di euro 200,00.

Scarica qui la scheda di iscrizione al corso

Si precisa che l’attivazione del corso è subordinata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti; l’IRSOO declina pertanto ogni responsabilità qualora il corso dovesse essere spostato o annullato, fermo rimanendo il rimborso della quota di iscrizione già versata per il corso.

Costo del corso

La quota di partecipazione, comprensiva del pranzo di ogni domenica di lezione, è di Euro 442,00 ed è così composta:
- Euro 200,00 da versare al momento della presentazione della domanda di iscrizione;
- Euro 242,00 (comprensivi di Euro 2,00 di imposta di bollo)* da versare entro il 16/10/2017.

Modalità di pagamento

  • Versamento sul c/c postale n° 65315665 intestato a Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa/IRSOO - Piazza della Libertà, 18 - 50059 Vinci (FI).
  • Bonifico bancario intestato a Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa/IRSOO: Banca Cambiano 1884 – Agenzia di Vinci – IBAN IT46Q0842538170000030337232.
  • Imposta di bollo

    * Per il corso sarà emessa regolare fattura esente IVA, sulla quale dovrà essere apposta una marca da bollo di Euro 2,00 a carico del cliente.


    Per maggiori informazioni contattare la Segreteria IRSOO.