14/1/2022 - Il nuovo corso di Optometria biennale 2022-2023 inizia a Vinci il 16 gennaio.


Si parte con due incontri in presenza, secondo il “metodo IRSOO”, che consente di preparare la classe ad un processo educativo integrato e condiviso, limando le differenze di preparazione iniziale degli iscritti.


Oltre alla ripresa dei corsi già avviati lo scorso anno, questo gennaio 2022 sarà caratterizzato per l’IRSOO dall’inizio di un nuovo corso di optometria per lavoratori. Due anni di formazione per quasi 800 ore di lezioni in modalità mista, distribuite tra lezioni da remoto, in modalità sincrona e asincrona, lezioni teoriche in presenza, e attività pratiche in presenza nei laboratori e negli ambulatori di Vinci. A queste si aggiungono le attività pratiche realizzate nel proprio centro ottico, indirizzate e guidate dai docenti, e quelle di studio e approfondimento che fanno parte del piano integrativo della scuola, di supporto alla formazione di base.

Come di consueto, al corso che inizia verrà applicato il metodo ideato da alcuni anni all’IRSOO, che consente di ottenere, nei due anni di corso, buoni risultati formativi anche in quei partecipanti che avendo una preparazione più incerta, vuoi per il corso di ottica frequentato, vuoi per il tempo trascorso senza fare una sufficiente pratica optometrica, potrebbero partire svantaggiati nel processo di apprendimento che si consolida nel biennio. In cosa consiste il “metodo IRSOO?” È molto semplice: il corso inizia con uno o due incontri in presenza dedicati ad uniformare per quanto possibile le conoscenze e le competenze del gruppo, soprattutto quelle pratiche, acquisite dai partecipanti nella loro precedente esperienza, ovvero nel corso di ottica e/o nella pratica lavorativa. Questo lavoro preliminare consente di preparare il gruppo ad un processo educativo condiviso, dato che i corsisti provengono da tutte le parti d’Italia e da differenti esperienze scolastiche.

La qualità del corso, del corpo docente, e dei risultati del “metodo IRSOO” sono ben descritti dai commenti anonimi degli studenti al termine delle varie edizioni del corso.
“Il corso ha cambiato le dinamiche delle attività in negozio. Dovevo farlo prima.”
“Sono soddisfatto del modo di approccio alle varie tematiche che mi hanno permesso di riguardare argomenti e temi che avevo abbandonato da tempo.”
“Quasi tutte le materie mi hanno portato verso un controllo refrattivo molto completo e specifico, ricevendo complimenti da molti clienti.”
“Qualità dei docenti e disponibilità. Adeguatezza della strumentazione per la parte pratica.”
“I professori sono tutti molto preparati e sempre disponibili per spiegazioni extra.”
“Il corpo docente: sono tutti molto preparati, disponibili al dialogo e molto abili nell'insegnamento; struttura organizzativa molto positiva.”

In sintesi, due anni di formazione per quasi 800 ore di lezioni in modalità mista, per un corso rinnovato anche in alcuni contenuti. Infatti, sebbene i contenuti del corso siano stati aggiornati e ampliati negli ultimi anni, ad esempio con l’inserimento dell’optometria pediatrica e di una maggiore attenzione all’esame dei soggetti in età avanzata e all’ipovisione, nuovi impulsi dagli sviluppi della professione optometrica e dai progressi della ricerca tecnica e scientifica hanno portato all’inserimento di tematiche innovative che si prevede saranno sempre più al centro dell’attenzione dei professionisti della visione.

Infine, non c’è bisogno di sottolineare l’attenzione alla sicurezza, al distanziamento e all’attività di pratica optometrica fatta a piccoli gruppi; siamo pronti a partire e ci sono ancora posti disponibili.



Condividi: